top of page

L’importanza dei prodotti ecosostenibili nell'assortimento di un punto vendita

Aggiornamento: 2 gen 2023

Cerchiamo di comprendere adesso e per il prossimo futuro i tasti su cui interessare i nostri clienti.


Gli ultimi anni stanno portando delle modifiche sostanziali nel modo di fare commercio. L’avvento dell’era digitale, l'aumento della velocità e del modo di comunicare, la possibilità di promuovere con facilità, poca spesa ed in autonomia delle piccole azioni di marketing sono diventate delle attività indispensabili per qualsiasi punto vendita.


Per un negozio di piccole dimensioni, in quest’ottica, si rende sempre più necessario poter contare su prodotti che abbiano degli alti contenuti da promuovere e che emergano tra le numerose proposte del mercato.


Ogni 20 anni circa una generazione di consumatori entra nel mercato ed una ne esce, o meglio cambia la sua propensione verso i prodotti che acquista.

Di conseguenza, continuare ad avere sempre lo stesso tipo di assortimento potrebbe, alla lunga, rivelarsi un boomerang.


Saper cogliere quali sono i tasti sensibili che spingono tutti noi a comprare qualcosa, permetterà al punto vendita non solo di soddisfare le esigenze dei vecchi clienti ma offrirà anche l’occasione di aprire le porte a nuovi futuri clienti.


 

ECOSOSTENIBILITÀ E SLOW FASHION

"Ma è riciclabile?" "Come viene prodotto?"


L'ecosostenibilità è un tema di rilievo in fase di acquisto e lo diventerà sempre di più nel prossimo futuro. In quest'ottica, la slow fashion si sta sempre più imponendo all’attenzione dei consumatori finali, e già grossi gruppi come ad esempio Zara e H&M stanno cambiando decisamente rotta nel loro tipo di proposta.


Ma cos’è lo Slow Fashion?

Lo Slow Fashion è un movimento che promuove un modello di produzione sostenibile, rispettoso dell’ambiente, degli animali e delle persone, che coinvolge artigiani locali e soprattuto l’uso di materiali eco-compatibili. Una moda diametralmente opposta alla fast fashion, estremamente veloce nella produzione, vendita e consumo, ma con evidenti problemi nella linea di produzione riguardo la sostenibilità. Alcuni dati statistici dimostrano come sia diventato necessario guardare verso questa direzione. Per esempio : - la produzione di abbigliamento è responsabile del consumo del 20% di acqua nel mondo

- negli U.S.A. l’85% dei tessuti vengono gettati in discarica

- nel mondo vengono buttate all’anno 92 milioni di tonnellate di rifiuti tessili - il 78% dei buyer di abbigliamento ed accessori indica nella sostenibilità il fattore maggiormente determinante nelle decisioni di acquisto entro il 2025 Senza andare troppo oltre, bastano questi pochi dati per capire come nell’immediato futuro (che è già oggi) tutti noi stiamo cambiando la nostra propensione all’acquisto.



MA QUANTO MI COSTI?


Una contestazione che può venire mossa è che lo Slow Fashion propone prodotti con un prezzo più elevato rispetto a quelli del Fast Fashion; ebbene molte statistiche recenti dimostrano che le persone sono disposte a spendere di più per quei prodotti con una fabbricazione priva di sfruttamento ed attenta alle questioni ambientali.

 

LA NOSTRA PROPOSTA


Noi di 4team Rappresentanze siamo davvero lieti di collaborare con diverse aziende che pongono massima attenzione a questi temi.

LinenMe è specializzata nella produzione di tessile per la casa e di abbigliamento in puro lino. Il lino è da sempre una delle fibre più pregiate, facile da mantenere e durevole nel tempo.

La pianta del lino richiede meno risorse e meno acqua per crescere ed essere processata rispetto ad altre piantagioni, come per esempio il cotone.

Inoltre può crescere senza l’utilizzo di pesticidi o agenti chimici.

La pianta ha un alto tasso di rendimento per ettaro secondo soltanto alla canapa, sfruttando al massimo i terreni. La coltivazione biologica del lino comporta la rotazione delle colture, che previene il degrado e l’erosione del suolo. CHIARA Firenze usa solo prodotti naturali per le sue profumazioni d’ambiente, a partire dal bio-alcol derivato dalla barbabietola da zucchero. Tutti i prodotti sono Made in Italy.

FraLab utilizza per le sue candele la cera di cocco, la più pregiata che il mercato offre, naturale e priva di passaggi chimici. Tutti i prodotti sono Made in Italy.

Ekelund da sempre ha un’attenzione molto forte sul suo ciclo di produzione: ha installato sul tetto del suo stabilimento una vasca di raccolta delle acque piovane, che usa per produrre i suoi articoli. Una volta utilizzate le acque, vengono depurate internamente e poi rilasciate nell’ambiente per poter compiere così il loro ciclo naturale.

Tutti gli articoli di Ekelund hanno il marchio certificato GOTS (Global Organic Textile Standard), un marchio che certifica l’uso di fibre organiche.

AQUANOVA NV è impegnata nella produzione e nel trasporto dei propri articoli con un basso impatto ambientale ricercando fibre organiche e materiale riciclato. Tutti i prodotti AQUANOVA NV che ne fanno parte sono certificati in merito.

HRD Carpets infine si avvale dell’uso per la sua produzione di tappeti di vinile riciclato privo di ftalati che sono l’elemento veramente inquinante della plastica.

Il vantaggio di collaborare con ognuna di queste aziende non consiste solo nei prodotti che propongono ma anche nella ricchezza dei contenuti e del materiale che mettono a disposizione dei loro clienti.

Esse rappresentano un’incredibile opportunità di lavoro nell’immediato e nel futuro e per questo siamo particolarmente fieri di poter rappresentare questi brand nel nostro territorio.


Marco, Gianluca, Alessia, Cristina
11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page